Se il teatro è vita...

     Se il teatro è vita, bisogna ammettere che la vita è un insieme di momenti unici, irripetibili, soddisfacenti, deludenti, amarulenti. Possiamo affermare che in entrambi i casi si tratta di un cocktail di sapori, di sensazioni e d’emozioni scekerate da un fantasioso barman di nome Autore e di cognome Destino che ce li serve persino a domicilio. Spesso alle delusione corrispondono delle soddisfazione! Ma non è detto che tali avvenimenti si verifichino realmente e con metodica alternanza. Alla roulette, per esempio, uno dei due colori, rosso o nero, può uscire 1000 volte di seguito come non potrebbe uscire mai, nei secoli dei secoli. Personalmente sono pervenuto alla conclusione che la vita e il teatro siano dei paradossi, le due facce delle medesima medaglia. Concepisco i due fenomeni come un insieme di scintille variopinte. Se messe insieme diventano gli effetti visivi di un gioco pirotecnico imprevedibile, luminosissimo, rumorosissimo, fumosissimo, con un finale che lascia a bocca aperta anche i fantasmi.  

Teatro di carta

C'era 'na vota un re...

Filastrocca popolare tramandata oralmente, trascritta in siciliano da Michele Sarrica