......................................................................

Nel XIX secolo, il catanese Giovanni Verga portò in Italia il verismo, versione taliana del naturalismo proveniente dalla Francia in voga in quegli anni In Europa.  Fu però Luigi Capuana a svilupparlo in siciliano attraverso alcune sue opere teatrali. La più importante, Malìa, fu messa in scena daGiovanni Grasso e musicata da Francesco Paolo Frontini. Le sue commedie sono state incluse nel volume Teatro dialettale siciliano, del 1910-1921.

Il teatro diviene l'elemento espressivo privilegiato per la letteratura in siciliano. L'inizio del Novecento è dominato dalla figura del premio Nobel Luigi Pirandello, pietra miliare della letteratura italiana. Inoltre, le opere teatrali di Nino Martoglio (poeta, scrittore, giornalista, regista di teatro e cinematografico) hanno anche contribuito al rilancio del cosiddetto teatro dialettale siciliano, che verrà portato avanti per tutto il secolo da molti autori.

                                                                                                           Da Vikipedia

 

Filastrocca popolare tramandata oralmente, trascritta in siciliano da Michele Sarrica