OCCASIONI DA NON PERDERE

     

     Non preoccupatevi, amici, le occasioni di cui desidero parlare non riguardano i sentimenti o il cuore, anche se il cuore e i sentimenti vengono chiamati in causa, né riguardano i vostri gusti, le vostre opinioni, il vostro lavoro o la vostra vita privata. Qui mi piacerebbe discutere con voi di occasioni che coinvolgono la sfera delle emozioni, quelle stesse emozioni scaturite dopo un incontro, uno scontro, un sorriso o un bacio. Mi piacerebbe parlare di tutte quelle sensazioni che portano alla rilessione, alla meditazione e alla scrittura, meta del nostro desiderio, e per desiderio intendo quella voglia irrefrenabile di esprimerci attraverso le parole scritte, e di volerlo fare come mai nessuno ebbe a farlo prima. Insomma, qui mi piacerebbe discutere di creatività, di come nasce un'idea per pervenire ad un racconto, ad una poesia, ad un romanzo. Con voi vorrei tracciare un cammino di stimoli per meglio comprendere e meglio interpretare la ragione e il sogno di scrivere e di scrivere bene partendo dalla nostra storia e dalle nostre impressioni. Che ne pensate? 

 

Il racconto è caratterizzato da una satira acuta e intelligente che prende spunto dai fatti narrati nella Bibbia e li stravolge in modo ironico sapendo inserire tra le righe l’insofferenza derivante dalla non accettazione dello spietato destino umano in quanto insensato, dal momento che un’intelligenza superiore avrebbe dovuto creare un mondo perfetto e quindi un uomo perfetto.