INCONTRI NEL WEB

     A volte, anche il mezzo più prosaico può es­sere sorgente d'ispirazione, così come avviene quando ci sentiamo coinvolti emotivamente a causa di un episodio particolare che magari ci ha soltanto sfiorati, o d'una sensa­zione forte che abbiamo vissuto.

     Chattare, conoscersi senza vedersi, senza sfio­rarsi, immaginarsi, incontrarsi nel web per fanta­sticare o per parlare di avvenimenti concreti, di destini comuni, di amori finiti, di passioni sopite, di una vita spesa alla conquista di un bacio. An­che questo può essere amore, amore inventato, cercato, voluto, ma in ogni caso vitale, un amore che corrode e sorprende, amore virtuale in cui s’inerpica la fantasia e il desiderio. Tripudio dei sensi, ri­sveglio del verbo "volere", speranza e futuro, eroismo e passione, invenzione e castigo, intelli­genza e riscatto.

      Questo è il web, questo è incontrarsi tra questi fermenti di lusinga, tra queste pagine ignorate dal vento, ma non dal destino che insorge, risorge e si ri­tempra all'ombra di un uomo nuovo, di un con­cetto nuovo di strada o di agorà, alla luce di un sogno acceso con un clic. La notte è l'unica te­stimone dell'incontro, dell’eccitazione! La poesia sarà l'unica figlia nata per sorprendere la quiete, l’unico fiume evaso dai suoi argini naturali per frastornare i sogni. Il silenzio sarà l’unico incubo nato dall’incontro di due speranze, di due angosce, di due soli che brillano nel buio. Siamo grati alla vita anche per questa atipica emozione di reclusi.  

                       Buonanotte, cometa! 

  La mia finestra è socchiusa nello spazio che oc­cupa il tuo cuore.

 

              POETI IN FACEBOOK

La vita ci travolge
ci sconvolge
ci arricchisce
nonostante tutto
e nonostante tutto
                            io continuo ad amarla

Viviamo
nella consapevolezza
che non ci appartenga fino in fondo
                         ma l'amiamo lo stesso...
                            soprattutto per questo

così come amiamo la nostra donna
il nostro uomo
i nostri figli
l'aria che respiriamo
il pane che ci nutre
la madre che ci ha offerto a questa luce
                                     nonostante tutto

            Adesso ti devo salutare

La vita è anche questa solitudine
              spegnere il PC e andare a letto

La prossima volta
quest'attimo denso di emozioni
             sarà per noi l'inizio di un inizio
un incontro senza veli
un volo radente
ma pur sempre una danza
a due passi dal cielo
                               dalla nostra fermata

              Buonanotte cometa

La mia finestra è socchiusa
     nello spazio che occupa il tuo cuore.

                                  Michele Sarrica